I bisogni non son desideri

Sì, c’è differenza tra bisogni e desideri. Basti pensare che, ad esempio, sulla differenza tra bisogni e desideri fanno leva molte strategie di marketing, le quali puntano sui desideri dei consumatori dando loro l’illusione che si tratti di bisogni, innescando la necessità di avere e quindi di comprare un determinato prodotto.

Definizioni
I bisogni possono essere definiti come esigenze primarie, basilari. Rientrano nella categoria bisogni come il bisogno di amare ed essere amati, il bisogno di mangiare e di dormire, il bisogno di esplorare, il bisogno sessuale. Quando i bisogni sono soddisfatti, creano un’esperienza affettiva interna di forza e sicurezza.
I desideri sono multiformi e più elaborati, possono provenire da diverse fonti di bisogni ed essere sia consci che inconsci.
Forse può essere interessante notare che, in caso di depressione, le persone sperimentano un appiattimento dei desideri e, in generale, dell’esperienza del desiderare. Questo aspetto della depressione è più che altro riconducibile ad un sintomo ben preciso della depressione chiamato anedonia, il quale può essere spiegato come l’incapacità di provare piacere per attività prima considerate piacevoli.
A volte bisogni e desideri possono coincidere armoniosamente, altre volte possono essere in contrasto tra loro e generare un conflitto.

Il conflitto
Facciamo alcuni esempi per chiarire meglio quest’ultimo punto.
Un bambino che ha appena imparato a camminare, e che per questo è diventato più autonomo negli spostamenti, è spinto dal desiderio di sperimentare la sua nuova acquisizione e di esplorare il più possibile l’ambiente. Questo d’altro canto lo espone inevitabilmente a dei pericoli, come le automobili in strada, a cui lui non può fare fronte da solo. Pertanto il bambino ha bisogno di essere sorvegliato, protetto e a volte perfino frenato dai suoi genitori. È probabile tuttavia che si senta frustrato e protesti contro di loro, ma, a ben guardare, il suo bisogno di accudimento è stato soddisfatto.
Ancora, un adulto potrebbe continuare a trovare attraenti e a desiderare di avere una relazione con certi tipi di persone, da cui finora ha tratto soltanto delusione e sofferenza, e invece avere bisogno di un partner con ben altre caratteristiche che però non si trova a desiderare.

Talvolta può essere molto utile riuscire a riflettere su queste differenze, per imprimere una direzione diversa al corso degli eventi che riguardano la propria vita e andare più direttamente alla ricerca di ciò che può essere fonte di benessere e far stare meglio.
Saper distinguere tra bisogni e desideri può servire a vivere più intensamente un’esperienza gratificante, quando essi sono percepiti in armonia tra loro, oppure può aiutare ad individuare e a ridimensionare gli “elementi di disturbo” nel raggiungimento della soddisfazione di un bisogno.